• IxEdit, costruire visualmente le interazioni nelle applicazioni Web 2.0

    by  • 11 marzo 2011 • AJAX, HTML, JavaScript, Programmazione, Web Design • 0 Comments

    Gironzolando periodicamente sul web, consultanto i diversi siti tecnici di riferimento per gli sviluppatori, ho trovato questo tool per adesso gratuito, molto interessante, soprattutto per chi sviluppa applicazioni web 2.0 basate su JQuery, parliamo di IxEdit.

    IxEdit è uno strumento che consente allo sviluppatore di definire visualmente le interazioni tra le componenti dell’interfaccia dell’applicazione che si sta sviluppando, lo strumento è completamente basato su JavaScript. Lo sviluppatore può sperimentare le modifiche al DOM della pagina senza scrivere una riga di codice, può spostare, cambiare, aggiungere o trasformare elementi sulla pagina web dinamicamente. In particolare IxEdit è utile in fase di realizzazione del prototipo della web application.

    Per chi non lo sapesse le interazioni sono i cambiamenti visuali dello schermo che si verificano quando gli utenti agiscono su un qualsiasi elemento dell’interfaccia utente dell’applicazione.

    Per esempio, quando un utente fa “click” su di un bottone, un’immagine viene sostituita con un’altra, o quando un utente trascina il bordo di un riquadro, la viewport del riquadro si espande.

    Queste sono interazioni, gli utenti eseguono i propri compiti su di un computer generalmente attraverso una serie di interazioni.

    IxEdit risolve i problemi per implementare le interazioni su di una pagina web, è necessaria la programmazione JavaScript e per molti web designer è duro utilizzare questo linguaggio, inoltre disegnare interfacce con interazione ben costruite è difficile in generale e IxEdit risolve questo problema e tutto dal browser internet stesso.

    Se si hanno conoscenze basilari di HTML e CSS è possibile creare interazioni a piacimento senza la necessità di programmare JavaScript.

    Per tutti i dettagli, la documentazione e per scaricare il pacchetto ixedit.com

    Riferimenti: JQuery.com

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *